Oxandrolone: Anavar

Anavar è il nome commerciale dell’Oxandrolone, uno steroide anabolizzante classificato in classe I, che spesso viene abbinato in modo efficiente con composti di classe II come Dianabol o Anadrol.

Aggiunge poco o nulla durante l’uso ad alte dosi di steroidi anabolizzanti di classe I come il Trenbolone o il Testosterone.

L’Oxandrolone è stato spesso definito uno steroide debole, ma ci si sbaglia. Parte di questa motivazione è che l’uso di uno steroide di classe I da solo non è mai estremamente efficace, ma soprattutto si può notare che 8 compresse al giorno di Anavar da 2,5 mg l’una, per un totale di 140 mg a settimana, se confrontate al testosterone, fanno ottenere quasi i medesimi risultati. Questo perché pochi steroidi anabolizzanti danno risultati drammatici a quella dose, ma comunque non vengono chiamati “deboli”. La conclusione corretta è che tali compresse di Anavar erano individualmente deboli, ma non che il farmaco mancasse di potenza.

Questo però accadeva spesso quando il dosaggio di Anavar era di 2,5 mg a compressa, poiché oggi le compresse di Anavar ad alto dosaggio sono diventate disponibili, la reputazione dell’Oxandrolone è migliorata. Tuttavia non è ancora uno steroide di classe I particolarmente conveniente e se usato da solo non può eguagliare le prestazioni di un buono stack.

Oxandrolone e recettore AR

Farmacologicamente è stato scoperto che l’Oxandrolone si lega debolmente al recettore degli androgeni. Questo sembra incoerente con il sistema di Classe I/Classe II , ma è quello che è stato evidenzianto.

Dal punto di vista pratico il comportamento dell’Oxandrolone quando viene abbinato ad altri anabolizzanti è da considerare come se fosse classificato in classe I: si combina sinergicamente con quelli classificati come classe II. Dal punto di vista pratico è un farmaco piuttosto potente, ha una buona efficacia per milligrammo. Abbinato ad uno steroide di classe II l’Anavar è abbastanza efficace a soli 50/75 mg al giorno.

Anavar non aromatizza o non si converte in DHT, ha un’emivita di 8 ore. Pertanto una dose moderata assunta al mattino è in gran parte fuori dall’organismo durante la notte e fornisce livelli ragionevoli di androgeni durante il giorno e la prima serata.

Oxandrolone e grasso corporeo

Uno studio ha scoperto che l’Oxandrolone è superiore al Testosterone e al Deca Durabolin (Nandrolone) per ridurre il grasso addominale negli uomini. Questa affermazione però non sembra trovare un reale riscontro nella realtà.

In pratica alle dosi normalmente utilizzate, si può pianificare un ciclo di definizione altrettanto efficacemente senza Oxandrolone. Questo non vuol dire che questo farmaco sia inefficace, ma piuttosto che altri androgeni incluso il testosterone sono efficaci per la perdita di grasso addominale.

Nel caso dell’uso a basse dosi tuttavia può essere una conclusione corretta dire che l’Anavar sia più efficace per la perdita di grasso corporeo rispetto a dosaggi uguali della maggior parte degli altri steroidi anabolizzanti. Questo può essere parzialmente o interamente dovuto all’effetto sinergico con il testosterone endogeno: un uso moderato di Oxandrolone potrebbe non sopprimere tale produzione, l’utente quindi godrebbe sia dell’effetto completo del suo testosterone naturale che dell’effetto dell’Oxandrolone. Al contrario l’uso di Testosterone o Nandrolone ad esempio a basso dosaggio determina una sostanziale soppressione del testosterone naturale.

Oxandrolone e tossicità epatica

L’oxandrolone è come altri steroidi 17-alchilati, epatotossico. Un tempo si pensava che non lo fosse, ma l’esperienza sia clinica che pratica con Anavar ha dimostrato che la tossicità epatica può effettivamente essere un problema con l’uso prolungato. Credo che il solito principio di limitare l’uso di anabolizzanti 17-alchilati a 6 settimane dovrebbe essere applicato quando si usa Oxandrolone, proprio come con qualsiasi orale.

Trenbolone o Primobolan sono sostituti molto validi senza problemi di tossicità epatica. Come sostituto il Primobolan condivide la proprietà con Anavar di essere poco soppressivo, mentre il Trenbolone no.

Il ponte tra i cicli

Un’interessante applicazione del farmaco che sfrutta la sua somministrazione orale è l’uso al mattino come ponte tra i cicli solo, che comunque dovrebbe essere fatto solo dopo aver completamente recuperato la normale produzione di testosterone. Almeno 20 mg sono generalmente accettabili in questa applicazione. Idealmente i livelli di testosterone saranno misurati per monitorare la situazione durante il bridge. Un fattore che limita questo utilizzo è il problema della tossicità epatica.

Conclusioni sull’Oxandrolone

Per quanto riguarda l’uso da parte delle donne è diffusa la credenza che Anavar sia minimamente virilizzante, in realtà la virilizzazione non è insolita anche a solo 20 mg al giorno e può verificarsi anche a dosi notevolmente inferiori. Anche 5 mg al giorno non sono esenti da effetti collaterali.

Durante un ciclo l’Oxandrolone non è particolarmente raccomandato perché ci sono scelte più convenienti che raggiungeranno pienamente gli stessi obiettivi e non aumentano la tossicità epatica.

I due migliori usi per Anavar sono in periodi di ponte tra i cicli avendo cura di evitare una durata eccessiva dell’uso continuo di 17-alchilati; oppure tra il momento dell’ultima iniezione e l’inizio della terapia post-ciclo se non sono disponibili prodotti iniettabili a breve durata d’azione, così da sostenere i livelli ormonali mentre diminuisce l’efficacia dei prodotti a lunga durata.

Related posts